Argomenti
Antologia n.7


Questo libro è una raccolta di poesie di vari poeti contemporanei residenti in Italia ed è stato il libro che mi ha sciolto, nel primo ero più timido anche nel far leggere le mie poesie, la paura di essere giudicato, poi ho capito una cosa, che sono qui, che sono io e per chi vuole io sono così ... no? Per il resto questo è incentrato quasi interamente sull'amore, ovvero l'animo più comune per chi è sensibile.
Alcune poesie a cui sono particolarmente legato sono le seguenti:

"I giorni delle mie poesie"

Quanto è bello tornar a scrivere
mentre aspetti che passi la prima
notte senza dolore, ed essere
sempre qui; a cercar bene la rima

per sentire dolcemente nascere
molto lentamente, in anteprima,
una nuova poesia da leggere,
e che in una parola esprima

quello ch'io vorrei urlare
in ogni momento, al tuo cuore,
a cui devo davver molto.

Ormai l'armatur mi sono tolto,
nudo, mi fido del tuo amore,
essendo tu che mi fai sognare.

***

"Non ho più paura di far leggere"

Non ho più paura di far leggere
le mie poesie, e l'amore
è ciò che spinge noi a scrivere
quello che di più bello è nel cuore,

e non possiamo per sempre fingere
di stare bene in mezz'al dolore,
perchè questo qui non può esistere.
Proviamo ben questo nuovo sapore,

facciam conoscere il nostro pensiero,
non abbiam paura di saper dire
ad una persona cosa proviamo,

mentre apriam l'ali per dir t'amo.
So bene che potremmo arrossire
ma sappi che è un pensiero vero.

***

"Un ribelle davanti alla vita"

Un ribelle davanti alla vita
è come un vecchio malato cuore
distrutto dal suo stesso amore,
sentend'ogni emozione svanita

ad un passo dalla sua salita.
Perchè hai distrutto questo fiore
ora, in primavera, dal colore
bello e che stava su due dita?

Hai avuto il grande coraggio
di startene da solo per trovare
la tua vera ragion di vivere,

e sai bene con chi potrebbe essere
e sai che ti potrebbe amare
e che ti porterebbe nel bel viaggio.

 


 

 

 

 

 

Facebar